Centro Hammam

Il legame fra terme e hammam è molto stretto: gli arabi durante il VII secolo d. C. con la conquista della Siria, s’impadronirono anche dei grandi edifici termali romani, mantenendoli in uso e costruendone di nuovi.

Il centro Hammam è un vero e proprio complesso termale che i musulmani utilizzano per conseguire la purità rituale per presentarsi alla preghiera quotidiana. E’ anche un vero e proprio centro sociale, essendo l’hammam un luogo ideale per incontrarsi, passare piacevolmente il tempo, curando o facendosi curare il proprio corpo, conducendo finanche utilmente in porto affari vantaggiosi. Il complesso è diviso rigorosamente in due parti, uno per le donne e l’altro per gli uomini.

La struttura prevede il passaggio attraverso tre locali di differente temperatura: uno tiepido, uno caldo e uno più fresco. Il primo noto come tepidarium (westya) è generalmente una calda ed umida sala che serve per rilassarsi e acclimatarsi. La seconda è il caldarium (beit el sakhin), una stanza satura di vapore con temperatura media di 45°, variabile dal basso verso l’alto dai 30° ai 60°. La sosta nel caldarium non deve andare oltre le proprie resistenze durante la quale ci si può spostare nel tepidarium per qualche minuto per poi ritornare al caldarium. L’azione che si otterrà è tonica e rilassante al tempo stesso, agisce anche sulla pressione arteriosa. L’ultima sala è quella del relax, degustando tè alla menta, frutta e la famosa e ricca pasticceria araba, prima di rituffarsi nel trambusto cittadino.

L’ hammam è una pratica utile e piacevole sia d’inverno che d’estate. In inverno ci aiuta nelle malattie del raffreddamento e nel combattere i dolori muscolari. In estate invece abbassa la temperatura corporea donando un’azione rinfrescante. Lo scrub che si fa durante questo percorso grazie all’utilizzo del SAPONE NERO e del GUANTO ESFOLIANTE, asporta le cellule morte, rendendo la pelle più luminosa ed elastica.

Prodotti Consigliati

Lascia un commento