La tua arma contro la cellulite

Clinicamente, la cellulite è caratterizzata da alterazioni della superficie cutanea, in particolare localizzata a livello dei glutei, cosce, fianchi ed addome. Più precisamente, la cellulite è causata da piccole sporgenze di grasso (papille adipose) nel derma.

Anche se la cellulite si può trovare in qualsiasi area dove il tessuto adiposo sai in eccesso, non è strettamente correlata allìobesità in quanto si verifica anche nelle donne sovrappeso o normopeso. In linguaggio medico, il termine “cellulite” si riferisce ad una infiammazione dei tessuti connettivi interstiziali e perivascolari. Il processo infiammatorio può essere suddiviso in tre fasi di svilupp: edema, fibrosi e sclerosi.

CAUSE: la cellulite è probabilmente riconducibile ad un meccanismo ormonale, l’azione estrogeni è responsabile del processo cronico-infiammatorio caratteristico. La produzione di radicali liberi, inoltre, è coinvolta nella patogenesi della fibrosi, il tessuto adiposo è poco vascolarizzato, ciò sostiene la teoria che la cellulite può peggiorare nelle aree dove la circolazione e il drenaggio linfatico sono ridotti.

TRATTAMENTI: è fondamentale aumentare l’attività fisica e prediligere alimenti con azione antiossidante e diuretica. E’ consigliabile quindi assumere molta verdura, frutta ed estratti d’erbe che favoriscono il drenaggio dei liquidi corporei.

T-CELLULITIS

T-CELLULITIS

Perché T-CELLULITIS?

È un integratore con azione antiossidante, favorisce il trofismo della cute e il contrasto degli inestetismi della cellulite.
 
ANANAS: dall’ananas vengono ricavati vari enzimi tra cui troviamo la nota borsellino che, oltre ad idrolizzare le proteine ad oligopeptidi e amminoacidi è utile al contrasto degli inestetismi della cellulite.
MELONE: dal melone è estratto dil SOD, un efficace enzima antiossidanti che favorisce il nutrimento della pelle. L’utilizzo di questo componente, in un integratore finalizzato al trattamento degli inebetiti della cellulite, rappresenta un’innovazione nel campo della fitoterapia.
PINO MARITTIMO: dal Pino si estraggono le procianidine. Queste molecole con azione antiossidante si legano alle proteine, in particolare modo al collegare ed elastica, parti costitutive delle parti dei casi.

Lascia un commento