Agrumi

Gli Agrumi sono i frutti invernali per eccellenza; in aromaterapia sono apprezzati per le loro proprietà sul buonumore oltre che per le caratteristiche organolettiche. Grazie alla quantità elevata di vitamina C, arance, limoni, mandarini sono considerati dei potenti antiossidanti, ideali per combattere le rughe, schiarire le macchie cutanee, mentre i flavonoidi agiscono sul micorcircolo (diminuendo la permeabilità capillare). La scorza degli agrumi esercita un’azione astringente sui pori dilatati, sulla pelle mista dona elasticità e morbidezza.
CITRUS. Gli usi degli agrumi sono numerosi e richiedono l’utilizzo di varie parti della pianta e del frutto, a differenti stadi di maturazione. In Cina, dai frutti si estraggono droghe molto diverse e uno dei citrus più apprezzati è C. reticolata, la cui buccia diventa più aromatica con l’età. In Europa, gli agrumi erano sconosciuti fino al XII secolo, mentre in Cina C. aurantium e C. aurantium subsp., bergamia erano impiegati in campo medico da oltre un millennio. Lo stretto parente Poncirus trifoliata ha gli stessi usi di C. aurantium. Gli agrumi sono ricchi di vitamina C, flavonoidi, acidi e oli volativi; contengono, inoltre, cumarine come il bergapteper, che sensibilizza la pelle ai raggi solari e che per questo viene aggiunto ai preparati per l’abbronzatura, causando però, in taluni casi, dermatiti a reazione allergiche. Recentemente, gli agrumi trovano impiego soprattutto come antiossidanti ed esfolianti chimici nei cosmetici.
C.Aurantifolia (lime)
Parti utilizzate: foglie, frutti, buccia ed olio. Proprietà: erba aromatica, rinfrescante ed astringente. Usi dell’erba in medicina: I frutti sono usati per preparare le marmellate e bevande. In medicina per uso interno per piccoli disturbi come mal di testa di origine biliare; il succo viene aggiunto a molti preparati medicinali nel sudest asiatico e nella Guyana, in particolare in caso di diarrea. Altri usi: l’olio è fonte del citrale, che viene utilizzato in profumeria.
C. Aurantium. (arancio amaro)
Parti utilizzate: foglie, fusti, fiori, frutti amari senza semi e buccia, frutti acerbi, olio. Proprietà: erba amara, aromatica, espettorante ad azione diuretica, ipotensiva e digestiva; anche antinfiammatoria, antibatterica, antifungina. Usi dell’erba in cucina: i frutti si impiegano anche canditi per preparare marmellate e pasticceria Per uso internoin caso di flautulenza e diarrea, tossi croniche, coliche nei bambini per uso esterno in aromaterapia contro tensione, depressione e disturbi della pelle.
C: Aurantium Bergamia (bergamotto).
Abero alto 10 metri e largo 7 metri, simile nell’aspetto a C. aurantium, ma con foglie larghe e buccia più aromatica. Parti utilizzate: fiori e buccia dei frutti maturi. Proprietà: erba amara, aromatica, ad azione rilassante, spasmolitica, digestiva. L’essenza di neroli è stimolante e, secondo alcuni, afrodisiaca; l’olio di bergamotto ha proprietà sedative e salutari più marcate. Usi dell’erba in cucina: l’acqua di fiori di arancio si usa per aromatizzare dessert e pasticcini. Proprietà in medicina per uso interno: nelle coliche dei bambini; per uso esterno in irrigazioni e bagni contro le infezioni vaginali (olio id bergamotto) e, in aromaterapia, nei disturbi correlati a stress e dermatiti (olio i bergamotto ed essenza di neroli).
C. Limon (limone)
Alberello alto 2-7 metri con foglie verdi chiaro; in primavera e estate compaiono i fiori, rossi in boccio, poi bianchi. Parti utilizzate: frutti, succo, buccia e olio. Proprietà: erba amara, aromatica, rinfrescante ad azione antinfiammatoria e diuretica, migliora la circolazione periferica. Usi dell’erba in cucina: il succo fa solidifica le marmellate e, inoltre, è impiegato nei condimenti per insalate. In medicina uso interno in caso di vene varicose, emorroidi, calcoli renali, congestioni bronchiali. Uso esterno in caso di eczema, punture velenose e mal di gola.
C: Reticolata (mandarino).
Parti utilizzate: frutti, buccia matura essiccata, buccia acerba, semi. Proprietà: erba amara, speziata, revulsiva, digestiva ad azione stimolante sui polmoni e milza; è uno stimolante energetico per fegato e reni. Usi dell’erba in cucina: il frutto si consuma fresco e ha largo impiego in pasticceria. Usi dell’erba in medicina per uso interno in caso di digestione difficile, vomito, tosse umida, congestione bronchiale.

Lascia un commento