Gerusalemme

Popolazione: 724.000 ab. su un area di 200 km²
Stato: Israele
Lingua: Arabo e Ebraico
Telefono/Internet: + 972
Religione: l’ebraica, la musulmana, la cristiana e l’armena
Moneta: Nuovo Shekel israeliano
Fuso orario: GMT + 2 ora

Simboli religiosi

In ebraico Yerushalayim; in arabo, al-Quds che significa “la (città) santa”. Ciò che rende davvero unica Gerusalemme è l’essere città santa e sede incontestabile delle tre più grandi religioni monoteiste del pianeta. La città antica, circondata ancora oggi da mura difensive, posta su quattro colline: a NordOvest è presente il monte Golgota, usato stabilmente dai Romani per le crocifissioni. A NordEst un complesso collinare che, fu compreso nelle mura della città in epoca romana, sotto Tito, prendendo il nome di “Città Nuova”. A SudOvest c’è la valle di Geena e a SudEst abbiamo il complesso Sion-Ophel-Moria: in quest’ultima zona sorge il Monte del Tempio, luogo dove sorgono la Moschea di Omar o Cupola della Roccia e la Moschea al-Aqsa. Nella tradizione il Monte del Tempio è stato spesso identificato come Moriah, una montagna (o meglio serie di montagne) citate nell’Antico Testamento come luogo del sacrificio di Isacco, ed è anche considerata la roccia dalla quale il profeta Maometto venne assunto in cielo.

Città ricca di storia e di simboli, Gerusalemme offre al visitatore un’affascinante varietà di monumenti ben conservati, inseriti nella struttura urbanistica di una moderna metropoli. La concentrazione maggiore di siti storici e religiosi ha sede nella Città Vecchia, Tra gli innumerevoli, splendidi monumenti di Gerusalemme, tre più di altri associano al valore artistico il fascino dell’importanza storica: la basilica cristiana del Santo Sepolcro, costruita su una basilica del IV secolo, a sua volta eretta sul luogo tradizionalmente considerato la tomba di Cristo; il Muro Occidentale o Muro del Pianto, luogo sacro per gli ebrei, residuo del grande Tempio costruito da Erode il Grande, re di Giudea; la moschea musulmana della Cupola della Roccia, costruita sul luogo secondo il corano, è quello da cui Maometto ascese al cielo su di un cavallo alato.

Nella Città Nuova, sviluppatasi attorno alla Città Vecchia, sono situati il Museo d’Israele, l’Università ebraica (1918), il Museo dell’Olocausto o “Yad Vashem” (P.O.B. 3477-Jerusalem 91034 Israel, il Cimitero nazionale del monte Herzl, la Biblioteca nazionale e universitaria ebraica e il Palazzo del parlamento israeliano (Knesset). I termini Yad Vashem provengono dal versetto del profeta Isaia numero 56,5: “ Io darò loro, nella mia Casa, e dentro delle mie mura, un luogo e un nome”, quindi, il nome scelto al mausoleo è, tradotto in italiano, letteralmente “un segno e un nome”. Lo scopo di questo luogo è quello di raccogliere la memoria dei sei milioni di Ebrei d’Europa sterminati nell’Olocausto, privati di tutto, in particolare della loro dignità umana.

Dintorni di Gerusalemme Betlemme (Cisgiordania) luogo dove si trova La Basilica della Natività, ritenuta la chiesa più antica del mondo, Mar Morto, Hebron (dove svetta il Santuario di Macpelah), Quartiere Mussulmano, Quartiere Armeno, Quartiere Cristiano, Quartiere Ebraico. Il Mar Morto è un bacino lacustre. La superficie delle sue acque è a 395 m sotto il livello del mare (massima depressione della terra), l’acqua è così densa che vi si galleggia facilmente ed è impedita anche l’esistenza di qualsiasi forma di vita animale o vegetale. Da alcuni anni le acque del Mar Morto sono usate anche a scopo terapeutico.

Shopping a Gerusalemme. Nella Città Vecchia si incontrano meravigliosi mercati dove acquistare ceramiche decorate in stile armeno, file di perle, indumenti autentici, cuscini ricamati, tappeti di lana colorata, candele, deliziosi articoli di vetro, e altri innumerevoli oggetti. La sera, attorno alle mura, le strade si animano di una scintillante vita notturna.

Lascia un commento