Israele

Popolazione: 7.100.000 ab. su un area di 20.770 / 22.145 km²
Capitale: Gerusalemme
Lingua: ebraico, arabo
Ambasciata: Israele in Italia: via M. Mercati 12/14, 00197 Roma-te.06.36198500
Telefono/Internet: + 972
Religione: Ebrei, Mussulmani, Cristiani tra i principali.
Moneta: Nuovo Shekel israeliano
Fuso orario: GMT + 2 ore

Muro occidentale

L’attuale stato d’Israele è sorto il 14 maggio 1948, alla scadenza del Mandato britannico della Palestina. Occupa la maggior parte del territorio della Palestina tradizionale, a ovest del Giordano, affacciandosi al Mediterraneo. Dopo la partenza degli Inglesi e la guerra che seguì con il mondo arabo nel 1949, l’armistizio dell’ONU tracciò una linea di demarcazione provvisoria, che penetrava verso ovest, oltre il Giordano, dividendo Gerusalemme in due settori. Nella zona meridionale del Paese, il territorio raggiungeva ad angolo il golfo di Aquaba a Eilat. La linea di armistizio lasciò la striscia di Gaza in territorio egiziano. Dopo la guerra del 1967 e del 1973, il territoriio occupato da Israele raggiunse ad est le rive del Giordano e comprese le alture del Golan e la penisola del Sinai. Dopo la restituzione del Sinai all’Egitto, sotto la sua sovranità ebbe le alture del Golan, la Cisgiordania e la striscia di Gaza. Gerusalemme è attualmente interamente inclusa nel territorio israeliano. 

Capire un pò come è divisa la popolazione in questi controversi territori. Gli arabi che abitavano sui territori che dal 1948 costituiscono lo Stato d’Israele sono cittadini israeliani. Hanno il passaporto, ma con una restrizione: non possono entrare a Gaza o in Cisgiordania (1.400.000 ab.). Gli abitanti di Gerusalemme Est, dopo l’occupazione israeliana del 1967, hanno ottenuto la carta d’identità israeliana come “residenti permanenti”. Non sono cittadini israeliani, ma possono muoversi liberamente sia in Israele che in Cisgiordania. Nel gergo burocratico sono chiamati “arabi blu” (dal colore del documento) e sono circa 253.000. Gli abitanti della Cisgiordania hanno il passaporto palestinese, di colore verde. Il documento viene rilasciato dall’ANP, ma con l’autorizzazione israeliana. Non possono entrare in Israele e nella Striscia di Gaza se non con uno speciale permesso rilasciato dalle autorità israeliane. Sono circa 1.980.000.

Israele è considerato uno dei Paesi più avanzati del Medio Oriente per quanto riguarda il progresso economico ed industriale. Israele è un grande importatore di idrocarburi, materie prime, equipaggiamenti militari. Per l’export, si distingue per frutta, verdura, farmaceutici, software, chimici, tecnologia militare, diamanti. È un leader mondiale per la conservazione dell’acqua e per l’energia geotermica. Per la sua competenza nella produzione e ricerca info-telematica, è stato paragonato alla Silicon Valley. Grande è stato l’aiuto che gli Stati Uniti hanno riservato a questo Paese negli ultimi decenni. 

Visitare in Israele. La bella cittadina di Jaffa. Gerusalemme, la Chiesa del Santo Sepolcro, la Chiesa di S. Anna, la Spianata del Tempio, la Cupola della Roccia, Muro Occidentale o Muro del Pianto, Nella Città Nuova sono situati il Museo d’Israele, l’Università ebraica (1918), il Museo dell’Olocausto o “Yad Veshem, La valle del Giordano, Il Mar Morto, Betlemme, Nazareth, Tel Aviv, Masada, Le città sulla Via dell’incenso nel Negev.

Lascia un commento