Oman

Popolazione: 2.622.198 ab. su un area di 212.460 km²
Capitale: Masqat
Lingua: Araba
Ambasciata: dell’Oman in Italia via della Camlluccia, 641 – 00135 Roma / italiana in Oman Shatti Al Qurum
Way 3034 House 2697,
Muscat – Sultanate of Oman
P.O. Box 3727 P.C. 112 Ruwi
(Tel: +968 – 24693727 – 24695223 – 24695131-Fax: +968 – 24695161 – 24694721)
e-mail: ambasciata.mascate@esteri.ii

Telefono/Internet: + 968
Religione: Islam, si tratta per lo più di Ibaditi, fatta eccezione per Dhofar dove si trova una comunità sunnita
Moneta: Riyal
Fuso orario: UTC +4

Sultanato dell'Oman

Il Sultanato dell’Oman è uno stato asiatico situato nella porzione sud-orientale della penisola arabica. Il territorio dell’Oman, separato dal resto dell’Arabia dal deserto del Rub ‘al-khali, è dominato da una catena montuosa che si innalza fino a 3.017 m nel Gebel Akhdar. Dal XVII a XIX secolo i sultani dell’Oman governano un potente impero marittimo che conprende anche Zanzibar, creato ai danni del Portogallo. Dal 1970 il sultano Sayed Qabus bin Said è alla guida del paese, di cui sta portando avanti la modernizzazione economica ed istituzionale. In politica estera il paese cura le raelazioni diplomatiche sia con paesi islamici sia con quelli occidentali. L’Oman è una Monarchia assoluta (sultanato); il Paese dal 2000 si è dotato di un Consiglio consuntivo del sultano composto da 83 membri eletti a suffragio limitato.

La maggior parte della popolazione è costituita da arabi, sebbene vi sia una minoranza di baluchi provenienti dall’Iran. Come in molti altri paesi della penisola arabica, anche in Oman vivono molti lavoratori provenienti da vari paesi asiatici.

PRINCIPALI LOCALITA’ DELL’OMAN

A’Sharqiya: la città di Sur, col suo antico porto, i cantieri navali ove vengono ancora costruiti i dhow (tradizionale barca a vela araba con una o più vele triangolari, tipica delle coste della penisola arabica, India, e Africa orientale) le spiagge, il museo di storia marina.

Mascate (Muscat) è una delle città più vecchie del Medio Oriente e come gran parte dell’Oman, è dominata dai commerci. I prodotti tradizionali da esportazione sono datteri, madreperla, franchincenso e pesce. Molti suq della vecchia Mascate e di Mutrah vendono questi prodotti e quelli dell’artigianato locale.

A’Dakhiliya: Nizwa, antica capitale dell’Oman. Spettacolare è la visita del mercato del pesce, delle verdure e del souq dell’argento. Escursione alle rovine di Tanuf, antico villaggio dalle abitazioni costruite col fango. L’area è rinomata anche per le sue sorgenti termali. 

Bahla, la più antica area civilizzata dell’Oman, è anche la capitale della produzione di terrecotte in Oman. Il vicino Misfat Al Abrein, pittoresco villaggio arroccato sul fianco di una montagna, dove il tempo sembra essersi fermato; sarete colpiti dalla semplicità e dalla disponibilità dei suoi abitanti.

Musandam è una penisola isolata ed aspra, con alte montagne brulle e scoscese a nord dell’Oman. Fare snorkelling ed immergersi nelle barriere coralline intorno alle numerose isole, luogo di antichi insediamenti con tombe e rocce intarsiate; Burkha Fort, con un forte di importanza strategica costruito dai Portoghesi. Wadi Rawdah, con i resti di un insediamento islamico e con tombe pre-islamiche. Altri posti che valgono sono: il mare attorno a Musandam, Khawr Sham, Qanahia, Maqlab e l’isola di Seebi.

Dhofar con la città di Salalah, con una ricca vegetazione di palme, banani, datteri, cocchi, manghi ed altri alberi che l’ hanno resa famosa.

Al Batinah: la città di Sohar, centro di collegamento marittimo con l’India ed il lontano Oriente. Da visitare il forte a 5 torri.

Al Wusta è una regione interessante per il turista avventuroso. Montagne antiche, pianori ghiaiosi, grotte, colline brulle e selvagge, una costa di spettacolare bellezza, lagune rosa e piccole cale, tutto estremamente coinvolgente.

Lascia un commento