Riflessologia palmare e auricolare e iridologia

A parte la più nota Riflessologia plantare esistono anche varie teorie reflessologiche secondo cui su tutto il corpo si troverebbero zone riflesse come ad esempio le mani (riflessologia palmare) le orecchie (auricoloterapia) e gli occhi (iridologia); ma anche sul volto, sulla testa, sulla schiena, sulle gambe, sull’addome, sulla lingua; anche i denti possono essere usati per fare diagnosi. Alcune di queste mappe sono completamente diverse e incompatibili tra di loro.

Riflessologia palmare: tecnica che aiuta le persone a restare in buona salute. Essa è lo studio e la pratica di uno specifico massaggio che trova applicazione ottimale sui piedi e sulle mani dove hanno sede punti di riflesso legati ad altre parti del corpo. E’ il Dr. Fitzgerald che ne codifica in maniera esatta le corrispondenze anatomiche; su questi punti collocati sulle mani vengono effettuati i primi esperimenti prendendo spunto dalla tradizione dei pellerossa americani che usavano la compressione di alcune parti della mano, su uomini e donne, per curare certi disturbi. Lo studio della riflessologia palmare si è molto sviluppata tanto da essere state eseguite mappe dei punti zonali di mani per individuare con certezza i punti riflessi da trattare per coadiuvare la guarigione dai disturbi vari.

Riflessologia auricolare: L’auricoloterapia nasce in Francia nel 1950 ad opera di un medico di base di Lione, Poul Nogier, il quale aveva osservato che diversi suoi pazienti provenienti dalla Corsica avevano delle cauterizzazioni a livello del padiglione auricolare. Il Dottore fece delle ricerche in merito all’uso dell’orecchio a fini terapeutici e trovò diverse testimonianze pratiche di Ippocrate. fu allora che si mise al lavoro per sperimentare i vari punti dell’orecchio e scoprì che in esso sono contenute le rappresentazioni delle innervazioni dei vari organi ed apparati in modo tale da creare sul padiglione auricolare l’immagine di un feto rovesciato.

Iridologia: metodo diagnostico che valuta le condizioni di salute degli organi e dell’organismo in generale tramite l’osservazione dei segni e delle macchie, della densità, della struttura e del colore dell’iride.

Lascia un commento