Siria

Popolazione: 19.405.000 ab. su un area di 185.180 km²
Capitale: Damasco
Lingua: arabo, Inglese e Francese
Ambasciata: Ambasciata d’Italia-Rue Al Mansour, 82 – Malki – Damasco – B.P. 2216 (Tel. +963.(0)11.3338338 -3332621 -3332537- Fax 3320325)
e-mail: ambsiria@inco.com.lb (Ambasciata)
e-mail: itamcomm@net.sy (Ufficio Commerciale) – Web: http://www.ambitsir.org

Ambasciata e Consolato della Siria Italia. Piazza D’Ara Coeli, I 00186 – Roma Tel: 06.6797791
Telefono/Internet: + 963
Religione:islam (di fede sunnita)
Moneta: Lira siriana
Fuso orario: UTC +2

Antica città nabatea

(foto: antica città Nabatea di Bosra)

Sede di una civiltà fiorente fin dall’epoca paleolitica, la Siria divenne un avanzato centro agricolo tra VII e il IV millennio a.C.. Fu sede delle civiltà degli Ebla, Cananei, Egizi, Hittiti, Hurriti, Aramei e popoli di mare fino alla grande conquista Assiro-Bablonese prima e romana più tardi (grazie al condottiero Alessandro Magno). La Siria mussulmana iniziò nel 636 quando gli Arabi sconfissero i Bizantini sul fiume Yarmuk. Sotto il dominio dei califfi Omayyad, la Siria, con la città di Damasco, divenne il centro dell’impero mussulmano. Sotto gli Abbasidi, Baghdad divenne la capitale dell’Impero a scapito di Damasco, che soffrì di un periodo di decadenza, che favorì l’avanzata dei Turchi nell’area del mediterraneo, che significò l’annessione di Damasco e anche della vicina Gerusalemme Il Dominio ottomano durò fino al 1918, anno della caduta dell’Impero turco, che portò la Siria direttamente sotto la protezione della Francia, oramai ben collocata nell’area del Medioriente. L’indipendenza dalla Francia avvenne nel 1941. La Siria conobbe pochi periodi di pace da quel momento in poi: partecipò alla prima guerra arabo-israeliana a sostegno degli arabi palestinesi; nel ’67 alla guerra dei 6 giorni che provocò la perdita dei territori del Golan a vantaggio di Usraele; nel ’73 partecipò alla IV guerra arabo-israeliana; 1976 intervenne militarmente in Libano e consolidò la sua tutela nel paese; 1979 osteggiò gli accordi di Camp David tra Egitto ed Israele; 1980 la Siria offrì il suo appoggio all’Iran nel conflitto contro l’Iraq; 1991 la Siria fa parte della forza multnazionale impegnata nella Guerra del Golfo, partecipando inoltre alla conferenza di pace sul Medio Oriente, che si tenne a Madrid. Solo nel 1994Siria ed Israele avviarono i negoziati sulla restituzione del Golan e sulla normalizzazione dei rapporti tra i due paesi. Nel 2000 con la morte di Hafiz Al-Assad, gli succedette il figlio Bashar al-Assad, che intraprese una politica meno intransigente, facendo liberare molti prigionieri politici. Bachar è un politico che sta cercando di cambiare molto in Siria; si espresse contro la guerra in Afganistan (2002) e contro il recento intervento militare americano in Iraq.

Visitare la Siria: attualmente il governo sta notevolmente puntando sul turismo. La Siria è meta ricercata per il suo ricco patrimonio storico e archeologico che va dai siti di Ebla e Mari, ai resti romani di Palmira e Dura Europos, alle città dalla ricca storia di Damasco, Aleppo. Altri siti sono il Krak dei cavalieri e Mar Musa. DamascoCapitale della Cultura Araba per l’anno 2008. È considerata la più antica città del mondo fra quelle abitate in maniera continuativa. Offre numerosi siti archeologici e conserva alcune fra le principali moschee storiche (Moschea degli Omayyadi situata nel quartiere di Bab Tuma), Musei (Museo Nazionale di Damasco, Museo delle Arti e delle Tradizioni Popolari) e la tomba di Saladino (grande condottiero curdo musulmano, fondatore della dinastia ayyubide in Egitto, Siria e Hijaz)

Aleppo, è una delle più antiche città del mondo abitata ininterrottamente dall’antichità, occupa una posizione strategica a metà strada tra il mare e l’Eufrate; presenta moltissimi siti archeologici e di interesse storico e artistico: i monumenti storici, tra i quali innumerevoli Moshee, sinagoghe, Hammam e due fabbriche di sapone (naturalmente di aleppo). La cittadella è il monumento più conosciuto della città: una fortezza arabo-islamica medievale costruita ad uso militare ma in grado di ospitare oltre 10.000 persone durante gli assedi. 

Palmira, sede tra i più interessanti centri archeologici del Medio Oriente. È stato per lungo tempo un vitale centro carovaniero per i viaggiatori ed i mercanti che attraversavano il deserto siriaco, tanto da essere soprannominata la Sposa del deserto.

Doura Europos, antica città della Mesopotamia, situata oggi in Sria. Conserva i resti di una domus ecclesiae, di una Sinagoga affrescata, i cui dipinti si possono ammirare presso il Museo Nazionale di Damasco.

Bosra, antica città fondata dai Nabatei, resa splendida nel periodo romano; visita dei suoi resti, costruiti in pietra basaltica scura, tra cui il bellissimo teatro.

Lascia un commento